Martin Luther King

Martin Luther King
Il 28 agosto del 1963, il pastore battista Martin Luther King pronunciò il suo discorso più famoso: I have a dream, un evento che raccolse oltre 200.000 persone. Quel discorso viene ricordato ancora oggi e citato come esempio della coscienza civile americana.

Il sogno, per esprimere la visione di una società giusta e riconciliata. “Io sogno che nella terra rossa di Georgia, i figli di quelli che erano schiavi e i figli di quelli che erano padroni degli schiavi si potranno sedere assieme alla tavola della fraternità”.
Concludendo il suo discorso, volle così affermare: “Questa è la fede con cui ritorno al Sud. Con questa fede potremo tagliare una pietra di speranza dalla montagna della disperazione. Con questa fede potremo trasformare il suono dissonante della nostra nazione in un’armoniosa sinfonia di fraternità”.

La fede alla quale si richiama, non ha alcun carattere esclusivo o discriminante; non separa ma, abbattendo barriere e invitando tutti a stringersi reciprocamente la mano, costituisce una comunità civile più ampia e solida.



L’UCEBI